PROMO FLASH: TUTTO IL CATALOGO è a SOLI €14.90!
Scopri come scegliere le scarpe per bambini giuste

Conosci i piedi del tuo bambino? Come scegliere le scarpe per bambini adatte e quando serve l’ortopedico

Conoscere e occuparsi della salute dei piedi dei nostri bambini è una cosa molto importante, poiché la postura e la camminata che il bambino assume dai primi passi fino ai primi anni di scarpine, giocate e passeggiate, ne determinerà il benessere da adulto. Per questo è consigliabile visitare un ortopedico per bambini durante i primi anni, in modo da assicurarsi un corretto andamento o correggere immediatamente eventuali piccoli difetti nella camminata.

COME FUNZIONA IL PIEDE DEL BAMBINO?

 

Scopri come scegliere le scarpe per bambini giuste 1Quando iniziano a camminare i bambini? In media, un bambino inizia a muovere i primi passi dai 9 ai 18 mesi, ma non è un periodo fisso. Sebbene nei primissimi tempi sia bene tenere i piedini scalzi in modo che il bimbo possa registrare il terreno, comprendere la modalità di appoggio e trovare il proprio equilibrio, con la crescita del piede e della vivacità nell’esplorazione, il bambino avrà bisogno di una calzatura idonea. Una cosa molto importante è che tra il piede ed il terreno vi sia un materiale morbido e flessibile, il modo che il bambino abbia la possibilità di sviluppare quella capacità quasi “prensile” che consenta di stabilire un equilibrio duraturo nel movimento, nella marcia e nella postura.

I DIFETTI NELLA CAMMINATA DEL BAMBINO

Scopri come scegliere le scarpe per bambini giuste 2

Se durante i primi passi noti che il bambino improvvisamente cammina male, non preoccuparti, il più delle volte non si tratta di vere problematiche e la sua camminata si correggerà da sola. 

Esistono tuttavia delle specifiche problematiche per cui sarebbe bene visitare un ortopedico che deciderà se e come intervenire:

-Piattismo: riscontriamo il problema dei piedi piatti quando la volta plantare, ovvero la parte tra punta e tallone, non prevede il normale inarcamento.

Piede piatto valgo: quando il calcagno è visibilmente rientrato verso l’interno e determina a sua volta una camminata “piatta” e disarmonica.

-Piede cavo: questa problematica vede invece il calcagno del bambino volto verso l’esterno, con le stesse conseguenze del piede piatto valgo.

-Camminata a punte in dentro: il metatarso assume una forma deviata per cui la camminata tende verso l’interno.

Sebbene tempo fa tutti questi difetti venivano corretti con delle scarpe ortopediche per bambini, oggi sono quasi sempre sufficienti delle correzioni applicabili all’interno delle scarpine normali, in modo che queste non siano segnale di “difetto” agli occhi degli altri bambini. Per questo motivo è molto utile trovare delle scarpe che abbiano la suola removibile.

 

Per conoscere i piedi dei nostri bambini e prevenire eventuali difetti di camminata, abbiamo fatto delle domande al nostro ortopedico di fiducia:

1) COSA È IMPORTANTE SAPERE SUI PLANTARI?

Scopri come scegliere le scarpe per bambini giuste 3

 

Se il piede del bambino è normale, non ha bisogno di alcun plantare particolarmente strutturato. Tuttavia, sarebbe bene che la suola sia morbida, possibilmente in memory foam, in modo che possa aiutare il bambino a “sentire” il terreno.

2) COME SI ARTICOLA IL MOVIMENTO DURANTE LO SVILUPPO? 

Il movimento del piede migliora passo passo nel tempo grazie al contatto con il terreno. Ma allora: calzatura sì o calzatura no? Sebbene nei primissimi passi sia bene lasciare che il bambino esplori il terreno a piedi nudi, la calzatura permette di avere un contatto molto corretto nei confronti del terreno perché il piede si mantiene allineato dentro la scarpa, soprattutto dopo che il bambino ha imparato già a trovare il giusto equilibrio.

3) A COSA PRESTARE ATTENZIONE NELLA SCARPA? 

La scarpa deve consentire il micro movimento al suo interno per il benessere del piede del bambino, a patto che questo sia di “avanti e indietro” e non di lateralità, poiché significherebbe una scarsa aderenza alla scarpa e come conseguenza un movimento scorretto del piede. La scarpa deve avere inoltre una buona flessibilità della suola e un materiale che abbracci il piede e il tallone e non ne impedisca il movimento.

4) COME SI MISURA LA SCARPA E LA CRESCITA DEL PIEDE DEL BAMBINO? 

Per assicurarsi la giusta misura della scarpa bisogna prendere il piede del bambino e mettere un dito di traverso sulla punta delle dita, quel dito significherà il giusto spazio che deve esserci all’interno della scarpa per consentire il corretto movimento del piede al suo interno. È importante controllare spesso le scarpine per verificare se cambiarle in base alla crescita del piede del bambino, che avviene molto velocemente.

Scopri come scegliere le scarpe per bambini giuste 4

In conclusione, come scegliere le migliori scarpe per bambini? Devono avere una suola morbida per aiutare il piede del bambino a trovare il proprio equilibrio e conoscere il terreno, devono sostenere il tallone senza stringere e devono avere un tessuto che sostenga il piede senza farlo barcollare, con una dimensione tale che il piede abbia il giusto spazio nella parte anteriore. Per assicurarsi la buona salute del piede del bambino, sarebbe bene fare una visita ortopedica dopo il secondo anno di età e scegliere con attenzione le calzature che andranno cambiate frequentemente per favorire la corretta crescita dei piedini.

Per ascoltare queste e altre informazioni ben dettagliate sulla salute dei piedi dei nostri bimbi, guarda video del nostro Ortopedico di fiducia Dr. Renato Misischi: 

Share this post

Altri articoli

famiglia con bambini in vacanza autunno

Vacanze con bambini: idee ponti d’autunno

L’estate è appena finita e già non vedi l’ora di organizzare la prossima vacanza in famiglia? Approfitta dei ponti autunnali 2021!Il ponte del primo novembre